Il mese di maggio si aprirà con un quadro di generale peggioramento per il centro-nord; in particolare al settentrione, piogge e temporali non mancheranno con associato un calo delle temperature fin sotto la media stagionale.
Le aree più colpite saranno Piemonte e Lombardia dove si assisterà a fenomeni temporaleschi anche forti in espansione verso Veneto, Emilia e Liguria orientale. Le piogge invece si estenderanno dall'arco alpino (over non si escludono anche caratteristiche nevose in quota) fin sul Lazio e Abruzzo.

Campania e Molise rappresenteranno la linea di demarcazione dove, invece, il meteo preserverà le caratteristiche attuali nonostante il movimento di un'area ciclonica estesa tra Tunisia e Marocco in lenta risalita che tenderà ad unirsi alla depressione presente a nord per formare una più ampia area ciclonica con nucleo sul centro Italia a partire da mercoledì 2 maggio. Il maltempo generalizzato sarà poi presente almeno fino a venerdì 4. Gli aggiornamenti delle prossime ore saranno senza dubbio più esaustivi; si invita comunque a non dar adito ad eccessivi allarmismi (già presenti su alcune fonti) e continuare a consultare gli aggiornamenti.